Rosso, nero, arcobaleno

Il 3 giugno insieme agli altri compagni e compagne della Federazione Anarchica Reggiane e dell’USI – Reggio Emilia e dell’area libertaria reggiana ho partecipato allo spezzone rosso-nero al Pride. In totale tra le 5 e le 6mila persone in piazza, primo pride  a Reggio Emilia e scadenza regionale. Ovviamente erano presenti forti dinamiche di cooptazione politica, la manifestazione è stata sponsorizzata dalla parte maggioritaria del PD locale, che pare essersi smarcato dalla pesante influenza postdemocrisitana dell’era Del Rio. Verrebbe da chiedersi: e quindi che ci vanno a fare degli anarchici a una manifestazioni con sifatte basi? Bhe, semplice, vanno a portare i propri contenuti, caratterizzandosi con un volantino e un documento che spara a zero contro le religioni tutte, e che ricorda che l’emancipazione non è questione di concessione per mezzo di formalismi giuridici ma è questione di conflitti sociali. Ricordando anche la necessità di intersecare le lotte di razza, classe e genere. Venendo alla cronaca spiccia: spezzone rosso nero composto da una 30ina di compagne e compagni, centinaia di volantini distribuiti e vendita militante della stampa anarchica. Soddisfazione e conclusione con una cena anticlericale al Circolo Berneri a base di strozzapreti. Ora, questo blog ha tra come sottotitolo “fotomobilitazioni & altro”, quindi vi beccate le foto (tra l’altro era da un po’ che non mi dilettavo con la fotografia da corteo). Nota di colore: la mattina si è tenuta una buffissima contromanifestazione costituita da una processione di un centinaio di clericofascistoidi, in parte provenienti dal veneto, guidati da 10 buffi elementi in abito talare che officiavano la messa in latino e sparavano cazzate. Come ha detto qualcuno: oggi pomeriggio c’è il gay pride, stamattina c’è la manifestazione dei gay repressi.

About lorcon

Mediattivista, studente di storia contemporanea con attitudine geek, vive nella provincia emiliana ma nasce nel sabaudo capoluogo piemontese (cosa che rivendica spesso e volentieri). Spesso si diletta con la macchina fotografica.
This entry was posted in General, manifestazioni, persone and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.